Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Cèline expecting her baby, few days before birth. A future mother to-be with her sinuosity and strength, spreading love through the magic act of creation.
_
LUISA BECCARIA abito in Chiffon a spicchi di tre colori con ali. 
FANTABODY slip tecnico. 
GUCCI shoes platform metalliche. 
H&M forcine per capelli.
GUCCI cappa in cotone. CELINE1.jpg

Cèline expecting her baby, few days before birth. A future mother to-be with her sinuosity and strength, spreading love through the magic act of creation.

_

LUISA BECCARIA abito in Chiffon a spicchi di tre colori con ali. 

FANTABODY slip tecnico. 

GUCCI shoes platform metalliche. 

H&M forcine per capelli.

GUCCI cappa in cotone. 

Carolina AmorettiElisabetta and Aldo share sacrifice, joy and pain. She has taught her son to fight with passion to achieve any goal establishing a real soul connection.
_
Lei:
H&M STUDIO blazer di lino crop. 
H&M STUDIO pantalone di lino a palazzo. 
AQUAZZURA platform metalliche in silver and gold. 
GIOVANNI RASPINI orecchini in argento.
GIOVANNI RASPINI, anello chevalier liscio in argento.
TESEI top rosa. 
Lui:
ASPESI pantalone classico con doppia pince in twill di cotone leggero tinto capo. Fondo stretto.
H&M camicia in cotone. 
H&M t-shirt in cotone organico. 
LUMBERJACK scarpe stringate. 4-MUM & SON.jpg

Elisabetta and Aldo share sacrifice, joy and pain. She has taught her son to fight with passion to achieve any goal establishing a real soul connection.

_

Lei:

H&M STUDIO blazer di lino crop. 

H&M STUDIO pantalone di lino a palazzo. 

AQUAZZURA platform metalliche in silver and gold. 

GIOVANNI RASPINI orecchini in argento.

GIOVANNI RASPINI, anello chevalier liscio in argento.

TESEI top rosa. 

Lui:

ASPESI pantalone classico con doppia pince in twill di cotone leggero tinto capo. Fondo stretto.

H&M camicia in cotone. 

H&M t-shirt in cotone organico. 

LUMBERJACK scarpe stringate. 

Carolina AmorettiA couple with music as a daughter. Passion, intimacy, and commitment are the core of the relationship between Sam and Sten, a promising Italian duo.
_
SX
VIVIENNE WESTWOOD giacca in lana.
VIVIENNE WESTWOOD gonna in lana.
SILVIAN HEACH t-shirt tie dye.
WOLFORD collant. 
VIC MATIE scarpe. 
UNOAERRE fashion jewellery, bracciale catena rolò in bronzo dorato impreziosito da chiusura a lucchetto. 
DX
BOTTEGA VENETA giacca in tecno gabardine. 
BOTTEGA VENETA camicia in popeline di cotone. 
BOTTEGA VENETA pantaloni in tecno gabardine. 
AALTO socks tie dye. 
BOOHOO scarpe. 
H&M forcine per capelli.
GIOVANNI RASPINI anello in argento.5-SAM AND STEN.jpg

A couple with music as a daughter. Passion, intimacy, and commitment are the core of the relationship between Sam and Sten, a promising Italian duo.

_

SX

VIVIENNE WESTWOOD giacca in lana.

VIVIENNE WESTWOOD gonna in lana.

SILVIAN HEACH t-shirt tie dye.

WOLFORD collant. 

VIC MATIE scarpe. 

UNOAERRE fashion jewellery, bracciale catena rolò in bronzo dorato impreziosito da chiusura a lucchetto. 

DX

BOTTEGA VENETA giacca in tecno gabardine. 

BOTTEGA VENETA camicia in popeline di cotone. 

BOTTEGA VENETA pantaloni in tecno gabardine. 

AALTO socks tie dye. 

BOOHOO scarpe. 

H&M forcine per capelli.

GIOVANNI RASPINI anello in argento.

Carolina AmorettiThe expression of a new mother who has given birth to her son. Cèline nd Nicolò are ready to build their own Family starting from an intense sleepless night.
_
ACT N°1 abito in seta e pizzo con coulisse.
CHANEL orecchini metallo & perle fantasia.
VIC MATIE camperos. 6-CELINE e Nicolò .jpg

The expression of a new mother who has given birth to her son. Cèline nd Nicolò are ready to build their own Family starting from an intense sleepless night.

_

ACT N°1 abito in seta e pizzo con coulisse.

CHANEL orecchini metallo & perle fantasia.

VIC MATIE camperos. 

Carolina AmorettiLove alone makes a Family! This is what Francesca and Maria teach us. Here the brilliant Fiengo Pardi Family headed by 2 mothers, activists and sweet creators.
_
FROM SX TO DX.
1o gemello:
SALVATORE FERRAGAMO completo in nappa peso piuma.
REPLAY t-shirt.
LAMBERJECK scarpa classica scamosciata. 
PRADA foulard.
Figlia:
JACOB COHEN denim rosa. 
LEVIS STRAUSS t-shirt. 
LEVIS STRAUSS giacca tie dye in denim. 
AALTO socks tie dye. 
SALVATORE FERRAGAMO scarpe in materiale tecnico. 
2o gemello:
GCDS MONOGRAM SHIRT 
GCDS MONOGRAM BERMUDA 
AALTO socks tie dye. 
VOILE BLANCHE scarpe. 
NEW ERA Cappellino regolabile 9Forty lilla con logo frontale Los Angeles Dodgers a contrasto bianco.
Genitore 1:
H&M STUDIO. Camicia di lino over. 
H&M STUDIO. Pantalone di lino a palazzo. 
MISSONI mocassini. 
Genitore2:
DOCKERS denim rosa. 
SILVIAN HEACH T-shirt tie dye.
VEJA scarpe. 2-FAMIGLIA PARDI .jpg

Love alone makes a Family! This is what Francesca and Maria teach us. Here the brilliant Fiengo Pardi Family headed by 2 mothers, activists and sweet creators.

_

FROM SX TO DX.

1o gemello:

SALVATORE FERRAGAMO completo in nappa peso piuma.

REPLAY t-shirt.

LAMBERJECK scarpa classica scamosciata. 

PRADA foulard.

Figlia:

JACOB COHEN denim rosa. 

LEVIS STRAUSS t-shirt. 

LEVIS STRAUSS giacca tie dye in denim. 

AALTO socks tie dye. 

SALVATORE FERRAGAMO scarpe in materiale tecnico. 

2o gemello:

GCDS MONOGRAM SHIRT 

GCDS MONOGRAM BERMUDA 

AALTO socks tie dye. 

VOILE BLANCHE scarpe. 

NEW ERA Cappellino regolabile 9Forty lilla con logo frontale Los Angeles Dodgers a contrasto bianco.

Genitore 1:

H&M STUDIO. Camicia di lino over. 

H&M STUDIO. Pantalone di lino a palazzo. 

MISSONI mocassini. 

Genitore2:

DOCKERS denim rosa. 

SILVIAN HEACH T-shirt tie dye.

VEJA scarpe. 

Carolina AmorettiKim is miles away from her adoptive Family in Virginia. The  unconditional love and presence of  “Thortellino” help her  to feel like home in Milan. 
_
GCDS GLITTER MISS DRESS.
GCDS ROUCHES LEGGINGS.
LEVIS STRAUSS giacca in denim rosa. 
LEVIS STRAUSS gonna in denim rosa. 
AALTO socks tie dye. 
MIDNIGHT 00 Kitten Ballet decollette in tulle rosa.
BROSWAY orecchini pendenti in ottone rodiato, galvanica oro e zirconi colorati con pendente con cristallo Swarovski©golden shadow. 3-KIM.jpg

Kim is miles away from her adoptive Family in Virginia. The  unconditional love and presence of  “Thortellino” help her  to feel like home in Milan. 

_

GCDS GLITTER MISS DRESS.

GCDS ROUCHES LEGGINGS.

LEVIS STRAUSS giacca in denim rosa. 

LEVIS STRAUSS gonna in denim rosa. 

AALTO socks tie dye. 

MIDNIGHT 00 Kitten Ballet decollette in tulle rosa.

BROSWAY orecchini pendenti in ottone rodiato, galvanica oro e zirconi colorati con pendente con cristallo Swarovski©golden shadow. 

Carolina Amoretti


Continua a leggere

Occhii è un brand di moda sostenibile con sede a New York, fondato da Leonid Batekhin e Ilona Davidoff. Unreplicable Garments è il sottotitolo di questo marchio che evidentemente si concentra sulla realizzazione di pezzi unici, che vengono ideati partendo da materiali recuperati e impreziositi grazie a lavorazioni fatte a mano per enfatizzarne ulteriormente l'irripetibilità. Il materiale di cui si servono principalmente proviene dal produttore russo di scialli, Pavlov Posad: una serie di tessuti in lana stampati con ricche fantasie che vengono trattati con svariate tecniche tra cui il tie&dye e la sovratintura, sempre in un'ottica rispettosa dell'ambiente. Il recupero raggiunge anche il Giappone da dove vengono importati tessuti vintage avanzati, originariamente destinati alla realizzazione di kimono, ma anche uno shearling sintetico ottenuto da una combinazione di lana e canapa, proveniente dalla Francia. Questi tessuti sono mixati con cotone e poliestere riciclato per creare capi del tutto nuovi e, soprattutto, unici.  

La collezione di moda sostenibile di Occhii si caratterizza inoltre per una riproposizione moderna di un'estetica tipicamente sovietica, di stampo rurale. Le immagini che la presentano infatti sembrano delle foto di campagna recuperate (anche queste!) da un album vintage. L'idea quindi di rendere attuali dei materiali avanzati e scartati, si ripete anche a livello estetico, rinnovando una concezione stilistica prettamente tradizionale, per riportarla così nella contemporaneità.  

Kévin DrelonKévin DrelonKévin Drelon

Camicie ampie sono indossate su gonne lunghe dalle stampe Paisley e batik, con scoloriture derivanti da un tie&dye fatto a mano, o con sovrapposizioni di fantasie grazie alla tecnica della sovratintura. Gli scialli vengono totalmente rivoluzionati, rappresentando la base di partenza per la creazione di capi del tutto nuovi: sono infatti adoperati per realizzare tutte le camicie, così come per i lunghi abiti-camicia e per quelli arricciati in vita, ma anche per l'outerwear come gli overshirt che rievocano uniformi da lavoro e i cappotti. I tessuti dei kimono vengono invece utilizzati per inserire dei dettagli quasi invisibili, ma molto sofisticati, come le fodere interne o le bordature dei polsini e delle abbottonature. Il recupero passa anche da materiali pregiati come lo shantung di seta che viene dipinto a mano creando degli effetti di scoloriture che rievocano delle texture naturalistiche per lunghi abiti strutturati. La maglieria è un altro elemento molto interessante della collezione, anche in questo caso frutto del recupero di strisce di tessuto che vengono intrecciate creando un effetto mélange che ne sottolinea l'unicità, sia per maglioni che per passamontagna. Per finire con maxi scialli doppiati in shearling sintetico, decorati dalla ricorrente sovrapposizione di stampe. 

Kévin DrelonKévin DrelonKévin DrelonKévin DrelonKévin Drelon


Continua a leggere

L'animalier si conferma una delle tendenze must per la primavera estate 2020

Ve lo confermiamo: la stampa leopardo non ci abbandonerà e anche questa stagione indosseremo meravigliosi abiti animalier, leggeri e svolazzanti. Le passerelle primavera estate 2020 hanno visto sfilare modelli see through iper femminili - da Blumarine a Redemption, passando per Dolce&Gabbana, Etro e Saint Laurent - oltre a giacche - come quelle proposte da Balenciaga e Dries Van Noten - e top - vedi Zadig&Voltaire. Ma non è tutto. Anche costumi, sandali e borse quest'anno si tingono con il classico pattern savage che, soprattutto in estate, è davvero semplice da indossare. Infatti, nonostante all'inizio si possa pensare il contrario, l'animalier è una stampa piuttosto versatile per quanto riguarda gli abbinamenti. Il segreto? Accostarla a nuance classiche come il bianco o il nero. Provare per credere.

BalenciagaPress officeBlumarinePress officeDolce&GabbanaPress officeDries Van NotenPress officeErmanno ScervinoPress officeEtroPress officeHalpernPress officeHouse of HollandPress officeMichael Kors CollectionPress officeRedemptionPress officeRichard QuinnPress officeSaint LaurentPress officeZadig&VoltairePress officePalm AngelsPress officeMalone SouliersPress officeJimmy ChooPress officePuma x Charlotte OlympiaPress officePepe Jeans LondonPress officePinkoPress officeSupergaPress officeAlanuiPress officeTezenisPress officeEtnia BarcelonaPress officeSeventyPress officeLiu JoPress officePaul&SharkPress officeFlapperEssentiel AntwerpPress officeCalzedoniaPress officeIzipiziPress officeBoohooPress officeNew BalancePress officeOttod'AmePress officeManila GracePress officeThe AtticoPress officeCusto BarcelonaPress officeCromierPress officeFred PerryPress officeO'NeillPress officeIntimissimiPress officeFiorella RubinoPress officeMantero 1902Press officeLes GeorgettesPress office24BottlesPress officeEspadrillesPress officeTagliatorePress officeMotiviPress officeJanet&JanetPress officePrimarkPress officeGUM DesignPress officeFreddyPress office


Continua a leggere

Cinque documentari su Disney+

La piattaforma Disney+ ha riservato un ampio spazio alla scoperta di documentari realizzati per National Geographic. Spaziano dal taglio naturalistico al focus sportivo, con qualche ritratto di personaggi importanti, come per esempio il biologo esploratore del delta dell’Okvango, una delle riserve più incontaminate al mondo. I doc sui viaggi vanno da quelli particolarmente pionieristici, come Apollo: Missions to the moon, a quelli estremi, come Free solo, che segue la scalata in solitaria di una parete di El Capitain senza corde da parte di Alex Honnold. Il gigante fragile, invece, segue le migrazioni di alcune balene blu della California e La famiglia degli elefanti ha persino reclutato come voce narrante Meghan Markle, ex senior royal della corte inglese. Ecco, allora, cinque titoli imperdibili per il mese della terra, che spaziano nei generi più diversi.

1. PUNTO DI NON RITORNO

Leonardo DiCaprio accende i riflettori sul cambiamento climatico con quest’opera presentata al Festival di Toronto e già in onda su National Geographic Channel. L’attore, qui anche in veste di produttore, coinvolge molte personalità – tra cui l’ex Presidente degli Stati Uniti Barack Obama – nel dialogo ambientalista. Già dal titolo si capisce bene la presa di posizione del divo di Titanic: il mondo è in pericolo e la colpa va tutta alla sconsideratezza del genere umano, che deve prenderne immediatamente atto.

2. ECHO IL DELFINO Echo il delfinoDOLPHIN REEF
Echo il delfino
2020 Disney Enterprises, Inc. All Rights Reserved.

Per celebrare il mese della terra arriva questo documentario, con Cristiana Capotondi come voce narrante, un viaggio sottomarino pieno di emozioni alla scoperta del giovane delfino Echo. Questo cucciolo ancora non è totalmente pronto a crescere e da un lato cerca nuove avventure e dall’altro deve assumersi delle responsabilità. Diretto da Keith Scholey, svela la complessa e delicata organizzazione sociale dei delfini nella barriera corallina che tutti gli abitanti, compresa la famiglia del protagonista, considerano come casa.

3. DIANA, LE VERITA’ NASCOSTE

Realizzato per i vent’anni dalla sua scomparsa, il lavoro ripercorre la vita della principessa del popolo attraverso le sue stesse parole in una serie di interviste segrete con il giornalista Andrew Morton registrate nel 1991. All’epoca non si sapeva ancora nulla della crisi matrimoniale con il principe Carlo, ma Diana ne ha approfittato per ripercorrere l’infanzia ma anche i primi momenti della relazione con l’erede al trono, quando aveva ancora 16 anni e si è ritrovata sotto una lente d’ingrandimento globale.

4. ATLANTIS RISING

Il regista Premio Oscar di Titanic, James Cameron, accompagna il pubblico in uno dei misteri più affascinanti dell’umanità, la città perduta di Atlantide, citata nelle opere di Platone. Attraverso le testimonianze di scienziati, storici e archeologi, si ripercorre una spedizione che ha realmente portato alla luce alcuni reperti, ossia delle ancore antichissime. Questo viaggio nel Mediterraneo risale al 2016 e tocca anche l’Italia, precisamente la Sardegna per la civiltà dei nuraghi.

5. JANE

Diretto da Brett Morgen, il documentario segue le vicende della primatologa Jane Goodall, che ha speso la vita studiando gli scimpanzé. È considerata una pioniera fin da quando, a 26 anni, ha visitato la Tanzania alla scoperta di questa specie. È il marito Hugo van Lawick ad aver documentato la maggior parte del suo lavoro, alternato alla sua immagine privata. Attraverso centinaia di ore di filmati inediti, si ripercorre un viaggio che rappresenta una vera e propria missione di vita.



Continua a leggere

Il prossimo appuntamento dall'estetista è lontanissimo? La soluzione per mantenere la pelle bella e luminosa sono le face mask: dalla maschera viso idratante a quella anti punti neri. Banale? Attenzione, c'è una novità e viene dalla Corea.  Approccio multimasking: how to Secondo Allure, la nuova tendenza beauty arriva dalla Corea del Sud e prende il nome di "coating method". In pratica consiste nello stratificare e/o abbinare più tipologie di maschere (differenti per texture e per attivi), ottenendo così un effetto potenziato e lavorando su più fronti in perfetta sinergia.

Beauty Sleeping Mask Waso di Shiseido
Beauty Sleeping Mask Waso di Shiseido
Maschera Make My Day Idratante e Anti Smog da usare combinata al tool UFO di FOREO
Maschera Make My Day Idratante e Anti Smog da usare combinata al tool UFO di FOREO

Maschera viso idratante per zigomi e contorno viso Come spiega Tamara Call, spa manager dell'Excelsior Dolomites Life Resort, “Ha molto senso personalizzare le maschere per il viso, a partire dagli attivi contenuti, a seconda dell'area del viso al quale ciascuna mask è destinata”. Capiamo meglio come e perché. “Per l'area degli zigomi e del contorno del viso consiglio, superati i 30 anni, una maschera rimpolpante a base di ingredienti effetto lifting, per contrastare il rilassamento naturale della pelle. Cercate quindi in etichetta collagene e acido ialuronico

Maschera Viso Idratante Anti Age della linea Action di Mediterranea
Maschera Viso Idratante Anti Age della linea Action di Mediterranea
Masque Fondant Réparateur di EISENBERG
Masque Fondant Réparateur di EISENBERG
Polvere di Alginato Resurex Skin di Bakel
Polvere di Alginato Resurex Skin di Bakel

Maschera per labbra e contorno labbra Per trattare la zona di labbra e contorno labbra, tra le prime a risentire dei segni del tempo, perché iper delicata, ecco il consiglio di Call: “Scegliete principi attivi profondamente idratanti e nutrienti e preferite una maschera in tessuto, in grado di impedire l’inaridimento e regalare un profondo effetto morbidezza, facendo penetrare meglio gli ingredienti contenuti nella formula. Anche in questo caso l'acido ialuronico si rivela l'attivo-eroe. Il consiglio in più? Prima della posa della maschera, create un delicato gommage per le labbra mescolando in una ciotolina miele e zucchero, da massaggiare delicatamente sulla bocca”.

Maschera Labbra Idratante di PUPA
Maschera Labbra Idratante di PUPA
Patch Ultra-Liftante Guance, Occhi, Labbra di Collistar
Patch Ultra-Liftante Guance, Occhi, Labbra di Collistar

Maschera per il contorno occhi A detta di Minnie Romano, spa manager Adler Spa Resort Thermae, “Va scelta con accuratezza anche la maschera destinata al contorno occhi, altra area notoriamente delicata e, ahimè, soggetta all'invecchiamento (la pelle è molto sottile proprio come quella della bocca, come abbiamo scritto nel punto precedente). Per questa zona sono indicati gli stessi attivi del contorno labbra - vedi l'acido ialuronico pluri-citato -, ma anche fitomelatonina, ad altissimo potere antiossidante, ideale contro le occhiaie e per migliorare l’idratazione, oltre alla vitamina E, ideale in caso di pelle secca, e la stella alpina, dalle proprietà calmanti e idratanti”.

Maschera viso e occhi rivitalizzante di L'Occitane
Maschera viso e occhi rivitalizzante di L'Occitane
Eye Revive Hydra Cream & Mask SOS di Madara
Eye Revive Hydra Cream & Mask SOS di Madara

Maschera per la zona T (ovvero fronte, naso e mento) Come ricorda Romano, “La zona T è quella dove tende ad esserci una maggiore produzione di sebo (talvolta iper produzione, vedi nel caso di pelle mista e grassa). Per questa ragione è consigliata una maschera riequilibrante. A questo scopo sono molto efficaci le alghe marine, perché hanno un’azione detossinante, emolliente, idratante. Bene anche l’argilla verde ventilata, assorbente e con proprietà detossinanti, oppure la vitamina C, che purifica e porta ossigeno e luminosità alla pelle”.

Maschera viso rinfrescante per pelli Normali & Miste di NIVEA
Maschera viso rinfrescante per pelli Normali & Miste di NIVEA
Maschera Fredda Purificante di Galenic
Maschera Fredda Purificante di Galenic

Ecco come potenziare l'effetto della maschera Per raggiungere l'obiettivo pelle del viso perfetta, la spa manager Tamara Call consiglia di crearsi un vero e proprio rituale maschera, nel quale la posa del prodotto rappresenta solo uno step. Fate così: “Per prima cosa create un ambiente relax (la pelle rilassata recepisce meglio gli attivi cosmetici, lo sapevate?), poi detergete perfettamente il viso, proseguite con uno scrub o gommage e dedicate almeno cinque minuti al rolling con le dita. Di cosa si tratta? Massaggiate il viso con calma con movimenti circolari dal basso verso l’alto, contribuendo a distendere la muscolatura. Solo a questo punto procedete con l’applicazione delle varie maschere, attenendovi al tempo di posa indicato sulla confezione”. Effetto wow garantito.

Vogue Italia Settembre 2012, Foto di Miles Aldridge
Home Made
Maschere per il viso fai da te: 5 idee in base al tipo di pelle
Dalla ricetta «inganna-tempo» a quella per scacciare le occhiaie, ecco 5 maschere per il viso fai da te da provare per coccole "homemade" 


Continua a leggere

Intero o bikini? Qui una guida competa alle sei tendenze dei costumi da bagno dell'estate 2020 Intero nero

Allure estremo per questo costume intero nero con scollatura all'americana. È ideale in spiaggia, ma di sera si porta come un elegante body nero. Un'idea di stying da copiare. 

Jeanne Damas
Jeanne Damas
Costume a quadretti vichy

La fantasia preferita di Brigitte Bardot è tornata di moda: i quadretti vichy, già visti negli outfit street style, fanno capolino su bikini e interi.

Candice Swanepoel
Candice Swanepoel
Bikini a fascia

Addio alla fascia senza spalline: il reggiseno è un micro top, ispirato ai modelli sportivi, da fitness.

Joanne Palmaro
Joanne Palmaro
Bikini con slip sgambat(issim)o

Vita bassa e slip che sale sui fianchi come negli anni 80. Un modello che slancia la figura e, in modo particolare, le gambe.

Gilda Ambrosio
Gilda Ambrosio
Bikini super sexy

Lacci e coulisse che permettono di trasformare il bikini in un capo di seduzione. Pochi centimetri di Lycra per coprire e ottenere un'abbronzatura quasi integrale.

Kendall Jenner
Kendall Jenner
Bikini animalier

Eleganti, esotici, sensuali: i costumi dell'estate 2020 si ricoprono di macchie e strisce, copiando il manto dei felini. La scelta ideale per sedurre…

Anne-Laure Mais
Anne-Laure Mais


Continua a leggere

Lo chignon spettinato sfoggiato da Meghan Markle nel giorno del suo matrimonio? All'epoca “si diceva” fosse stato realizzato dal parrucchiere George Northwood. Sì, con il condizionale perché, come in ogni rapporto di lavoro che preveda essere parte dello staff di un membro della famiglia reale, nulla poteva essere confermato. Oggi però, proprio quando Meghan ed Harry rinunciano formalmente ai loro ruoli, Northwood ha condiviso un post su Instagram che conferma il suo rapporto di lunga data con la coppia, comprese le acconciatura della Duchessa del Sussex durante i lunghi tour e, naturalmente, il messy bun di Meghan Markle alle sue nozze.

"Volevo condividere la mia esperienza positiva e questa grande collaborazione di cui sono così orgoglioso", ammette l'hairstylist contattato da British Vogue. "Creare hairlook così iconici ma non poterne parlare - c'era qualcosa di quasi magico in tutto questo". Northwood d'altronde ha messo mano alla maggior parte delle acconciature di Meghan Markle, e, naturalmente, anche alla sua acconciatura da sposa, da allora una delle più copiate. "Lo chignon disordinato del matrimonio è nato dalla volontà di rendere i capelli sia appropriati e aderenti al protocollo reale, sia moderni", spiega. "Volevamo che fosse un raccolto, perché era appropriato che lo fosse, ma non volevamo che risultasse troppo formale. L'idea, poi realizzata, era di una raffinata imperfezione".

È stato un caso che Meghan Markle e George Northwood si conoscessero: la Duchessa del Sussex, appena arrivata a Londra, stava cercando un bravo parrucchiere. Qualche conoscenza in comune… et voila! "Sono andato a conoscerla e siamo andati subito d'accordo", racconta l'hairstylist. “Penso di averla incontrata a febbraio, verso San Valentino 2018. Ero un po' agitato lo ammetto, ma, appena l'ho incontrata, era proprio come una mia normale cliente in California. Mi ha detto: 'Sono una Cali girl'. Le ho risposto: "Le mie preferite, allora". Abbiamo parlato da subito la stessa lingua".

E quello stesso linguaggio includeva, ovviamente, anche l'amore condiviso per le acconciature effortless, ma soprattutto anche quel senso di intimità che molte donne condividono con il loro parrucchiere. Senza dimenticare che, la relazione fra Meghan e George, è stata accelerata dal momento che i royals tour richiedono molti cambi di hairlook. "Siamo andati in tournée per tre settimane tra Australia, Nuova Zelanda e Tonga etc. Spesso ci trovavamo da soli io e lei quindi ci siamo avvicinati molto in quel periodo", afferma Northwood. “Come parrucchiere ti prendi cura delle persone e costruisci un ruolo più intimo con loro. Ci siamo divertiti a rendere il look da Cali girl un po'm più formale”.

Ogni acconciatura veniva scelta in base all'outfit, look pianificati con largo anticipo per ogni evento. "Il modo in cui affronta la giornata è lo stesso di qualunque donna - in più Meghan Markle ha un forte senso dello stile, ma voleva apparire accessibile, anche da principessa. Era una principessa molto moderna, il tipo di principessa a cui possiamo relazionarci e aspirare, e i capelli sono andati nella stessa direzione”, dice Northwood, spiegando che tutti gli hairlook sono stati studiati individualmente a seconda dell'occasione.

Per quanto riguarda l'iconica acconciatura da sposa della Duchessa del Sussex, è nata dopo una "chiacchierata", in cui Northwood evocava un raccolto che fosse allo stesso tempo elegante e naturale. Non si trattava di capelli “rigidi”, ma di uno stile - e questo vale sia per l'approccio di Northwood sia per l'estetica dell'ex attrice - che le permettesse anche di divertirsi. “Il ricevimento è stato più intimo, dedicato alla famiglia e agli amici, un momento per Meghan poteva essere se stessa. A questo punto, il messy chignon si è trasformato in un altro raccolto ma sempre effortless", dice. "Spesso con le spose - e il caso di Meghan Markle non fa eccezione - il giorno del matrimonio è un po' snervante. Quando arriva la sera si ha solo voglia di divertirsi. Ecco di cosa tratta anche a livello di hairstyling: le mie acconciature sono portabili, ma resistono alle danze". 

Da quando il Duca e la Duchessa si sono trasferito in Nord America con il figlio, Archie, Meghan e Northwood continuano a rimanere in contatto. "Ha sempre gestito la pressione con tanta grazia e professionalità", afferma il parrucchiere. “Condividiamo così tanti valori. È un nuovo capitolo, ovviamente non viviamo nello stesso Paese, ma ci continuiamo a sentire. Lei mette tutta se stessa in ogni cosa che fa, e crede molto nelle piccole imprese. Lavorare con loro è stato un privilegio enorme e mi sono goduto ogni minuto - insieme abbiamo creato alcuni momenti che entreranno nel mito”. Ed è proprio così.

Potrebbe anche interessarvi

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato su Vogue.uk



Continua a leggere

I concorsi moda sono una delle opportunità con cui i designer, soprattutto in tempi difficili come quello attuale, sognare di realizzare i loro sogni e veder crescere il loro brand. 

Sono aperte le iscrizioni per la nuova edizione dell’International Woolmark Prize, il prestigioso premio vinto in passato anche da da Karl Lagerfeld, Yves Saint Laurent, Ralph Lauren.

Durante la London Fashion Week scorsa, la finale assoluta dell'International Woolmark Prize 2020 ha proclamato vincitore  assoluto il designer irlandese Richard Malone, mentre BODE è invece stata la prima vincitrice del Karl Lagerfeld Award for Innovation, premio dedicato all’innovazione che prende il nome dal celebre designer.

Come partecipare?

Possono fare domanda tramite il portale online designer provenienti da tutto il mondo che rispettino i criteri di candidatura e che vendano i loro prodotti sul mercato da un minimo di due anni ad un massimo di otto al momento dell’application.

Sarà poi compito dell’Advisory Council esaminare tutte le candidature e selezionare i dieci finalisti. In particolare, il comitato di esperti cercherà di individuare le giovani promesse che, già nelle prime fasi della loro carriera, si impegnano nella crescita di un business sostenibile non ancora conosciuto a livello globale e si distinguono per l’uso innovativo di tessuti e filati.

I premi

Ai dieci finalisti di uno dei più importanti concorsi moda sarà assegnato un contributo finanziario di AU$ 70.000 (38.640 euro circa) per lo sviluppo di una capsule collection in lana Merino da presentare in occasione della finale che si terrà a inizio 2021. Inoltre, i designer selezionati avranno la possibilità di partecipare all'Innovation Academy di The Woolmark Company, il programma di tutoring e formazione della durata di 18 mesi che ha l’obiettivo di aiutare i brand ad affrontare una crescita sostenibile nel rispetto della società e dell’ambiente attraverso un supporto nella ricerca, sviluppo prodotto e strategie di business. Il montepremi complessivo per l’International Woolmark Prize 2021 è pari ad AU$1 milione. Il vincitore assoluto riceverà un contributo economico di AU$ 200.000 (110.000 euro circa) mentre il vincitore del Karl Lagerfeld Award for Innovation riceverà AU$ 100.000 (55.000 euro circa). I vincitori ed i finalisti avranno anche l'opportunità di distribuire e vendere le loro collezioni in lana Merino nelle migliori boutique e retail partner dell’International Woolmark Prize.

“Ora più che mai bisogna dare speranza ai giovani designer ed essere più uniti, senza limiti geografici o culturali - spiega Stuart McCullough, Managing Director di The Woolmark Company - Attraverso il sistema di application online rendiamo possibile ai designer di tutto il mondo di iscriversi all’International Woolmark Prize. Ringraziamo inoltre il costante supporto di tutti i partner internazionali che ci aiutano ogni anno ad identificare i migliori talenti”.

Per saperne di più www.woolmarkprize.com/apply.

Sapevate che Karl Lagerfel e Yves Saint Laurent si sono incontrati a una finale del premio? Lo racconta il nostro podcast della serie Masters of Fashion:



Continua a leggere

Certo ci sono i capelli sciolti che, dai tempi in cui Meghan Markle recitava in Suits, sono per la Duchessa di Sussex un vero must da portare con riga in mezzo e leggere onde. Poi l'investitura regale ha imposto - e bene così - qualche accorgimento nelle scelte di hairlook. Tradotto: la Duchessa di Sussex ha dovuto optare anche su capelli raccolti e raffinate acconciature. La preferita? Lo chignon morbido scelto da Meghan Markle anche per il suo matrimonio. A realizzarlo, e ora che la coppia è diventata EX royal si può dire, l'hairstylist George Northwood che proprio in questi giorni ha svelato su Instagram il suo passato da regal parrucchiere. E il messy bun - definito da Northwood “raffinato e imperfetto” - si declina non solo per le occasioni ufficiali (ma più informali) ma anche per quelle che coinvolgono la Regina e un cappellino. Qui ne abbiamo selezionate 20. Quella che piace meno a Meghan Markle? La mezza coda a quanto pare.

Potrebbe anche interessarvi

Royal Beauty
George Northwood: intervista al parrucchiere di Meghan 
In questa intervista a British Vogue l'hairstylist di fama internazionale - nonché parrucchiere di Meghan Markle - George Northwood, svela tutti i segreti delle acconciature più belle e iconiche della Duchessa del Sussex
Meghan Markle al suo matrimonio con il messy bun realizzato da George NorthwoodBRITAIN-US-ROYALS-WEDDING-CEREMONY
Meghan Markle al suo matrimonio con il messy bun realizzato da George Northwood
JONATHAN BRADYMeghan Markle al ricevimento del matrimonio con il messy bun realizzato da George NorthwoodPrince Harry Marries Ms. Meghan Markle - Windsor Castle
Meghan Markle al ricevimento del matrimonio con il messy bun realizzato da George Northwood
WPA PoolRiga in mezzo e capelli raccolti in uno chignon morbido e low con due ciuffi lasciati The Duke and Duchess of Sussex first official visit to Sussex
Riga in mezzo e capelli raccolti in uno chignon morbido e low con due ciuffi lasciati "liberi" davanti: ecco l'acconciatura preferita di Meghan Markle
Dominic Lipinski - PA ImagesQui lo chignon di Meghan Markle è più alto e la riga da una parteThe Duchess Of Sussex Visits The National Theatre
Qui lo chignon di Meghan Markle è più alto e la riga da una parte
Karwai TangQui lo chignon di Meghan Markle è più alto e la riga da una parteThe Duchess Of Sussex Visits The National Theatre
Qui lo chignon di Meghan Markle è più alto e la riga da una parte
Karwai TangMeghan Markle, incinta, con un low bun versione maxiThe Duke And Duchess Of Sussex Attend A Commonwealth Day Youth Event At Canada House
Meghan Markle, incinta, con un low bun versione maxi
Chris JacksonMeghan Markle sull'isola di Suva con i capelli raccolti nella classica banana fatta eccezione per i ciuffi davanti con fiori fissati nella parte posterioreThe Duke And Duchess Of Sussex Visit Fiji - Day 2
Meghan Markle sull'isola di Suva con i capelli raccolti nella classica banana fatta eccezione per i ciuffi davanti con fiori fissati nella parte posteriore
Chris JacksonMeghan Markle sull'isola di Suva con i capelli raccolti nella classica banana fatta eccezione per i ciuffi davanti con fiori fissati nella parte posterioreThe Duke And Duchess Of Sussex Visit Fiji - Day 2
Meghan Markle sull'isola di Suva con i capelli raccolti nella classica banana fatta eccezione per i ciuffi davanti con fiori fissati nella parte posteriore
Karwai TangMeghan Markle in Nuova Zelanda con il messy bun firmato da George NorthwoodRoyal tour of New Zealand - Day Four
Meghan Markle in Nuova Zelanda con il messy bun firmato da George Northwood
Dominic Lipinski - PA ImagesLo chignon è più tirato ma sempre con riga in mezzo per Meghan Markle nel 2018The Duchess Of Sussex Visits Brinsworth House
Lo chignon è più tirato ma sempre con riga in mezzo per Meghan Markle nel 2018
Samir HusseinRiga profonda una parte e chignon basso laterale The Duke And Duchess Of Sussex Visit Ireland
Riga profonda una parte e chignon basso laterale
Charles McQuillanAcconciatura super raffinata per Meghan Markle a Rabat nel 2019: i capelli sono raccolti e molto tiratiThe Duke And Duchess Of Sussex Visit Morocco
Acconciatura super raffinata per Meghan Markle a Rabat nel 2019: i capelli sono raccolti e molto tirati
Pool/Samir HusseinChignon altissimo e senza riga (una scelta che Meghan Markle fa davvero raramente)The Duchess Of Sussex Visits Association Of Commonwealth Universities
Chignon altissimo e senza riga (una scelta che Meghan Markle fa davvero raramente)
Max Mumby/IndigoChignon basso, capelli tirati e riga in mezzoThe Duke and Duchess Of Sussex Visit South Africa
Chignon basso, capelli tirati e riga in mezzo
Chris JacksonMeghan Markle con cappellino e chignon morbido realizzato come se fosse un nodoThe Royal Family Attend Church On Christmas Day
Meghan Markle con cappellino e chignon morbido realizzato come se fosse un nodo
UK Press PoolMeghan Markle con cappellino e chignon morbido, la riga sembrerebbe da una parteWreaths Are Laid At The Cenotaph On Remembrance Sunday
Meghan Markle con cappellino e chignon morbido, la riga sembrerebbe da una parte
Karwai TangUn'acconciatura che ricorda quelle di Jackie Kennedy per Meghan Markle nel 2019Commonwealth Day 2019
Un'acconciatura che ricorda quelle di Jackie Kennedy per Meghan Markle nel 2019
Chris JacksonChignon super laterale abbinato a capellinoTrooping The Colour 2019
Chignon super laterale abbinato a capellino
Chris JacksonLo chignon è centrale e arrotolato su se stesso per Meghan Markle lo scorso 9 marzoCommonwealth Day Service 2020
Lo chignon è centrale e arrotolato su se stesso per Meghan Markle lo scorso 9 marzo
Samir HusseinQui il cappello è decisamente meno formale e infatti i capelli sono lasciati liberi davanti Celebrities Attend Wimbledon 2019
Qui il cappello è decisamente meno formale e infatti i capelli sono lasciati liberi davanti
Karwai TangLa coda tiratissima, abbinata alla riga in mezzo, è un altro hairlook must per Meghan MarkleThe Duke And Duchess Of Sussex Attend The Endeavour Fund Awards
La coda tiratissima, abbinata alla riga in mezzo, è un altro hairlook must per Meghan Markle
Karwai TangQui la coda è leggermente più alta e l'elastico è coperto da una ciocca di capelliThe Duchess Of Sussex Visits The Hubb Community Kitchen
Qui la coda è leggermente più alta e l'elastico è coperto da una ciocca di capelli
Max Mumby/IndigoSe chignon e coda sono spesso scelte di hairstyling di Meghan, il mezzo raccolto è davvero un'eccezioneRoyal tour of Australia - Day Nine
Se chignon e coda sono spesso scelte di hairstyling di Meghan, il mezzo raccolto è davvero un'eccezione
Dominic Lipinski - PA Images


Continua a leggere

Una live chat dedicata alla bellezza con consulenze e consigli altamente qualificati e puntuali. Ecco il nuovo servizio che Sisley Italia ha pensato per stare vicino alle proprie consumatrici, dare loro suggerimenti e affiancarle in un momento così particolare.

Un gruppo di esperte Beauty Consultant - tramite live chat appunto - risponderà dal sito italiano su ogni tipo di argomento: tra gli altri, dai consigli di bellezza personalizzati al prodotto più indicato, dalle curiosità sulla fitocosmetologia all’adesione al programma fedeltà My Sisley Club, dagli ingredienti attivi che compongono ciascuna formula alla routine di bellezza firmata Sisley.

Un efficace progetto di consulenza live con cui Sisley Italia vuole mettersi a disposizione delle consumatrici con professionalità e competenza, e che evidenzia l’alta qualità del servizio offerto dell’azienda. 

“Vogliamo essere ancora più vicino alle nostre clienti e supportarle al meglio perché siamo consapevoli della particolarità della situazione contingente. Desideriamo mantenere lo stesso livello di eccellenza che offriamo nei punti vendita tramite le nostre Beauty Consultant e rendere l’esperienza online altrettanto unica e speciale. Sono certo saremo apprezzati per questo servizio che abbiamo sviluppato in tempi rapidi”, spiega Riccardo Ferrari, Direttore Generale Sisley Italia.

La live chat di Sisley Italia sarà immediatamente fruibile nel momento dell’accesso al sito e-commerce italiano www.sisley-paris.com e affiancherà l’utente durante tutta la navigazione.



Continua a leggere

La quarantena, difficile per noi adulti, per i piccoli è ancora più complicata da sostenere, sopratutto adesso che la primavera è arrivata e tutto ciò che i bambini vorrebbero fare è poter giocare al parco con i loro amici. La fantasia arriva in nostro soccorso. Ecco allora alcune attività da fare in casa a seconda dell'età dei nostri figli.Continua a leggere

Continua a leggere

Coco Chanel si vestiva con tailleur anche per stare in casa, simbolo di uno stile che va oltre l'occasione d'uso

Paraventi ‘Coromandel’, laccati e decorati con immagini della cultura cinese. Sculture indù, un'antica icona ortodossa dono di Igor Stravinsky, una mano dorata scolpita per lei da Alberto Giacometti e un fusto di grano dipinto da Salvador Dalí. L'appartamento di Gabrielle Chanel al 31 di Rue Cambon è una camera di meraviglie d'arte e barocchismo. L'oro si spande su ogni superficie, i cervi in bronzo appartenuti alla Marchesa Casati sorvegliano in silenzio, il collezionismo è palpabile - libri, antiquariato e ricordi - e una scala a chiocciola con pannelli a specchio conduce al suo primo atelier. Essere Coco Chanel significava impersonare un ideale estetico, un savoir faire esistenziale che trasforma la quotidianità in un capolavoro. 

Mai vestaglie e pantofole - mademoiselle Chanel indossava completi di tweed, abiti in seta nera, collier di perle e slingback anche per stare in casa. Una casa dove c'era tutto, tranne il letto. Acquistato come atelier, senza il permesso di essere trasformato in abitazione, l'appartamento di Rue Cambon era il salotto dei suoi incontri privati, l'angolo creativo in cui prendevano vita le collezioni, dove riceveva il duca di Westminster, Elizabeth Taylor e Pablo Picasso. Per dormire, c'era - e c'è ancora - la sua camera al Ritz

Alcuni scatti ne ritraggono il tailleur in tweed bianco, cappelli con ampia falda occasionalmente sostituiti da un fiocco nei capelli. Acconciatura perfetta, i gioielli come cascate di perle su bluse e camicie di seta, il portasigarette in argento inciso, spille in pietre dure della sua collezione Oeuvre Byzantine degli anni 20. 

Il concetto di comodità assume nella figura di Gabrielle Chanel un'accezione del tutto nuova e inaspettata: il comfort non è sinonimo di una sensazione fisica, non è il benessere quasi liberatorio di vestirsi senza curarsene troppo, di scegliere un pigiama morbido per dormire meglio. Essere comodi è essere a proprio agio, sentire che ciò che si indossa non è un abito, ma una seconda pelle, un'estensione della propria personalità, e di certo Chanel è satin, è bianco e nero e oro, è una giacca, un vestito nero, un paio di scarpe bicolore - tomaia beige e punta nera. Tutti, chi l'ha vista e chi no, ricordano così Coco Chanel, una memoria che è familiare e al tempo stesso lontanissima, ma anche l'unica via possibile. Pantofole e vestaglia? Non le avrebbe mai accettate

Coco ChanelCoco Chanel (1883-1971), French Couturier. France,
1937, Coco Chanel fotografata nel suo appartamento
Getty ImagesCoco ChanelCoco Chanel, French top designer. Paris, 1937. LIP
1937, Coco Chanel nel suo appartamento
Getty ImagesCoco ChanelCoco Chanel
1931, Coco Chanel nella suite dell'Hotel Pierre a New York, con tailleur pantalone in seta bianca e collane di perle
Getty ImagesCoco ChanelVanity Fair 1931
1931, Chanel ritratta sulla sua poltrona
Getty ImagesCoco ChanelCoco Chanel
1937, fotografata su una chaise longue con un abito nero, collana con medaglioni dorati e un fiocco nei capelli
Getty ImagesCoco ChanelVogue 1938
1938, ritratto durante un soggiorno a Londra
Getty ImagesCoco ChanelVogue 1954
1954, mademoiselle Coco al lavoro sulla sua scrivania
Getty ImagesCoco ChanelHorst 1954
1954, ritratto di Gabrielle Chanel
Getty ImagesCoco ChanelMiss Chanel In Paris
1959, Coco Chanel nel suo appartamento di Rue Cambon a Parigi
Getty ImagesCoco ChanelPortrait Of Coco Chanel
1960, su un sofà nella sua abitazione parigina
Getty ImagesCoco ChanelCoco Chanel
1962, ritratto di Gabrielle Chanel
Getty ImagesCoco ChanelVogue 1971
1971, nel suo appartamento accanto al grande camino
Getty Images


Continua a leggere

Arriva Antigona Soft, la nuova borsa firmata Givenchy

Ultima arrivata in una famiglia di accessori che prendono il nome dall'eroina della mitologia greca, Antigona Soft è stata presentata in occasione della pre-collezione autunno inverno 2020 2021 di Givenchy realizzata dalla direttrice artistica Clare Waight Keller, disponibile per l'acquisto da metà giugno. Una borsa che mantiene la geometria classica e l'iconica toppa triangolare della prima Antigona, ma si distingue per lo stile più morbido e rilassato.

Realizzata in morbida pelle di vitello in una palette di colori che spazia dai classici colori nero, bianco, grigio perla, melanzana e blu notte, a colorazioni stagionali quali rosa confetto, sabbia, verde militare e blu ghiaccio, Antigona Soft è disponibile nelle dimensioni small, medium e large. Si conferma quindi perfetta come capiente borsa da giorno e weekender, o come elegante accessorio serale. 

28 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy19a Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy21 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy23 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy08a Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy17 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy13 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy10 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy08 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy02 Givenchy Fall 2020 Pre-Collection_Rtw.jpgGivenchy06 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchy05 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchy01 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchy04 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchy02 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchy03 Givenchy Antigona Soft bag_Catalogue Fall20 by Sam Rock.jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (3).jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (1).jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (2).jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (5).jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (4).jpgGivenchyAntigona Soft bag_Givenchy Fall20_BTS (6).jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_13.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_05.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_03.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_04.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_01.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_07.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_16.jpgGivenchyGIVENCHY_FALL20_WOMEN_ACC_18.jpgGivenchy


Continua a leggere

Volete essere le più trendy della primavera 2020? Nel vostro armadio non potrà mancare il completo maschile declinato in una variante rosa iper femminile. Le star ne vanno matte, da Kate Middleton a Cindy Crawford: tutte hanno sfoggiato dei modelli coloratissimi e sofisticati considerati un must-have di stagione.Continua a leggere

Continua a leggere


X

privacy